sabato 31 maggio 2014

Viscidi e ipocriti: sono i tuoi involtini di pollo, tesoro.

Click per ingrandire. Questo è un incontro ravvicinato del terzo tipo.
Presentati in questo impeccabile vassoio d'acciaio inox 18/10, questa sorta di bestioline con i tentacoli verdi non sono quello che sembrano. Perchè qui andiamo decisamente oltre l'apparenza, ci innalziamo al cielo e atterriamo come elefanti nella pozzanghera della pura creatività.

Le parole sono pietre. Anche le tue polpette, se è per questo.

Click per ingrandire. Contenuto non adatto ad un pubblico sensibile.
Che la Storia della Letteratura Italiana mi perdoni se ho scomodato un gigante come Carlo Levi per il titolo di questo post, ma è stata la prima cosa che mi è balenata in testa quando ho visto queste polpette. Lo so, lo so, sono superficiale ed impulsivo. Un po' come il creatore di queste polpette.

venerdì 30 maggio 2014

Pizzaiola, pizzaiola delle mie brame, chi è la cuoca più devastata del reame?

Click per ingrandire. Lasciando la foto grande e andando a dormire, si terranno lontane le zanzare.
Tralasciamo quelle cose nere a sinistra: sono delle tipiche melanzane fritte al funghetto, e concentriamoci sul sofisticato pot-pourri alimentare al centro del piatto.

giovedì 29 maggio 2014

Antipasti demotivanti: aprite la porta, voglio andarmene!

Click per ingrandire. Ehi, chi ha rubato l'acciuga a sinistra?
L'antipastino tutta delicatezza che vedete in foto è frutto di un casuale abbinamento di alimenti ed a uno svogliato tentativo d'impiattamento. Ma andiamo con ordine...

Giovedì gnocchi e venerdì divorzio.

Click per ingrandire. Dài che puoi farcela!
Cosa c'è di più stuzzicante e goloso di un buon piatto di gnocchi? Non guardate la foto, io parlavo in generale...

mercoledì 28 maggio 2014

Alta pasticceria, ce fai una pippa!

Click per ingrandire. Ma devi essere accompagnato dai genitori.
Indovinate il piatto, avanti. Non ci riuscite? Okay, vi dò un aiutino elencandovi tre possibili risposte, delle quali solo una è quella esatta. Ci siete? Iniziamo subito...

martedì 27 maggio 2014

Mi è caduta a terra la pasta ma l'ho rimessa nel piatto: secondo te si nota?

Click per ingrandire. Assicurati di aver fatto l'antitetanica.
Ma porca zozza, cos'è 'sta schifezza? Siamo davanti all'autopsia di un alieno?

Ma un Tiramisù già digerito è più leggero?

Click per ingrandire. Senza offesa.
Benvenuti ad una nuova puntata di "L'Uomo, la macchina perfetta": oggi parleremo del fantastico processo della digestione, e vi mostreremo qualcosa mai visto prima in un blog di divulgazione scientifica come questo.

lunedì 26 maggio 2014

Si può cucinare bendati? Certo che si può!

Click per ingrandire. Volendo, potete farlo da bendati.
Questo è un inno all'impiattamento, un'ode alla bellezza culinaria, un canto alla sapiente disposizione del cibo in un piatto.

Polpette di fango: combatti la crisi, mangia la terra!

Click per ingrandire. La direzione non si assume alcuna responsabilità per eventuali malori
provocati dall'apertura della foto.
Polpette: esiste termine più bello e attraente nella lingua italiana? No, fino ad oggi...

sabato 24 maggio 2014

Pasta con Nutella: se nessuno ti ha mandato a cagare, ti ci mando io.

Click per ingrandire. Ma in realtà non s'ingrandisce perchè avevo solo questa foto.
L'ultima porcheria inventata da qualche astuto burlone, è la pasta alla nutella, una cagata colossale creata da chi non la deve mangiare davvero, ma deve vantarsi di aver preparato qualcosa di originale.

Questi tortelli maremmani abbaiano di dolore.

Click per ingrandire. Ma si capisce tutto anche così.
Gamberetti surgelati, sugo di pomodoro e tanta, ma proprio tanta panna da cucina. Panna da cucina a coprire tutto, panna da cucina come se non ci fosse un domani.

venerdì 23 maggio 2014

Mani in alto, questa è una pizza!

Click per ingrandire. E' terribile, lo so, ma qualcuno deve pur farlo!
Signora mia, ma cosa cazzo avete combinato?

Un piatto di brandelli, non la solita pasta.

Click per ingrandire. Puoi farlo a occhi chiusi.
Sei alla ricerca di un'idea succulenta per un primo piatto? Prepara una porzione di brandelli di pasta, e porterai l'allegria in famiglia!

giovedì 22 maggio 2014

Un piatto shock: fino a che punto un peperone può perdere consistenza? Vieni a scoprirlo...

Click per ingrandire. Splash!
Questi peperoni ripieni hanno sostituito la pena di morte in molti stati americani. Sono una prodezza della fisica e allo stesso tempo un trionfo della volontà umana che piega la natura al proprio volere!

Papà, mamma l'ha fatta nel piatto. La carne.

Click per ingrandire. Se ti va.
Finalmente un'idea di impiattamento, un piatto colorato, ordinato e presentato con gusto. Peccato per quella carne lì in mezzo.

mercoledì 21 maggio 2014

Un dessert turgido ti basta?

Click per ingrandire. Con l'impatto del 3D.
E' arrivato il momento di un dessert lussurioso e torbido come questa banana, un'idea sbarazzina per trascorrere qualche minuto di pura goduria dei sensi.

Mi è esploso il brufolo sulla carne!

Click per ingrandire. Ehi, non sei costretto!
Quando dico "Tagliata al pepe verde" cosa vi viene in mente? Non questo, giusto? Allora siamo in due.

"Posso offrirti un po' della mia torta in tazza?" "No, grazie, preferisco un calcio nelle palle".

Click per ingrandire. Mio cugino l'ha fatto ed è morto.

Siamo italiani, e la mattina per colazione preferiamo un buon caffè (o cappuccino) da accompagnare con un fragrante prodotto da forno, sia esso un cornetto, dei biscotti o una fetta di... AHAHAHAHAHAHAHAHAHAH... torta. 

martedì 20 maggio 2014

La raffinatezza fatta torta. La raffinorta fatta tezza. Insomma, uno schifo.

Click per ingrandire. Ti consiglio il casco.
Madame et monsieur, et voilà: la torte ferrero rocher pour vous!

Peperoni ripieni: quando la realtà supera ogni indecente fantasia.

Click per ingrandire. Ma è meglio lasciarlo così.
Questa ricetta ci insegna a trasformare un ottimo peperone in una cosa viscida immersa in un liquame beige. Siete contenti, vero?

Quella povera faraona.

Click per ingrandire. Avviso per i masochisti.
Per cena non c'è niente di meglio che un bel piatto di faraona in salmì! Ehi, ho detto faraona!

Eravamo quattro amici al bar. Ovvero, di quaglie decapitate e altri orrori.

Click per ingrandire. Io non lo farei.
Queste quattro quaglie decapitate, che sembrano fare il bagno nel loro sangue cosparso di olive denocciolate, sono l'impressionante ricetta di un foodblogger senza pietà.

Incredibile! Google scova i foodbloggers mediocri, ecco le prove! (foto)

Click per ingrandire. Mandate a letto i bambini.
Guardate questi baci di dama che belli. La bacereste la dama? Dite la verità, ipocriti!

lunedì 19 maggio 2014

Scopri l'oggetto misterioso in questo immondo tortiglione!

Click per ingrandire. Ah ah ah scherzavo...
Guardate come questa succulenta rete di provola si squaglia languida tra la poltiglia e i tortiglioni in fin di vita! Qual è il confine del bello? E soprattutto, quello del brutto?

La presentazione di un piatto. Presentazione? Piatto?

Click per ingrandire. Non hai scelta, fallo!
In gatto è di nuovo entrato in cucina e ha fatto un casino con la mia cena? No, è stato il foodblogger, e ha creduto fosse un'ottima idea fotografarlo e pubblicarlo in Rete!

Due piatti in uno, come dei suini.

FOTO CENSURATA: evidentemente il foodblogger non ha sense of humor. Uh come siamo dispiaciuti!
Chi ha la fortuna di vivere in campagna, in compagnia di animali da cortile, conigli, caprette e maiali, conosce benissimo l'indifferenza, il totale disinteresse che hanno questi ultimi verso ciò che si trova nella loro mangiatoia. Ingurgitano di tutto, contemporaneamente, allegramente.

Sciatteria portami via: quando fra torta salata e incubo non c'è differenza.

Click per ingrandire. Ma poi, perchè farlo?
Qui, nell'affollata redazione di Orrori da Mangiare ci siamo appena sciolti in un brodo di giuggiole: è arrivata la nostra seconda segnalazione, non possiamo crederci, c'è gente che ci segue davvero e vuole intervenire, consigliandoci oscenità culinarie! Siete fantastici, vi amiamo!

Missione cupcakes: fallita!


Quando l'eleganza ha la forma di un cupcake. Non di questo ovviamente, parlavo in generale.
Questo è un cupcakes, precisamente un cupcake alle noci, come potete ben vedere dalla foto. Il fatto che sembri un gelato caduto a terra, gli conferisce quell'aria vissuta che piace tanto a grandi e piccini.

domenica 18 maggio 2014

Te piece la torte?

Foto oscurata su richiesta dell'autore. Immaginate una torta al cacao con questa scritta sopra...
Si tratta della foto definitiva. Io chiuderei qui il blog, perchè credo che oltre non si potrà più andare. Abbiamo finito qui, si chiude il sipario, si spengono le luci, andiamo a casa.

"Da quando in qua facciamo mangiare il cane nei nostri piatti?" "Non è cibo per cani, amore, è la tua cena".


Dimmi cosa mangi e ti dirò chi sei. Nel tuo caso, sei un mostro venuto da un altro pianeta.

Se questa è una pasta mari e monti, io sono la brunetta dei Ricchi e Poveri.

Click per ingrandire (a vostro rischio)
Sono convinto che dovrebbe esserci una legge per punire l'uso spropositato di panna da cucina. Guardate che razza di piatto di pasta mare e monti: io darei 20 anni di galera a chi mi proponesse (anzi, propinasse) una cosa del genere!

sabato 17 maggio 2014

Tautologia di un piatto di riso, zucchine e fagiolini.

Click per ingrandire l'orrore

Eh, il titolo è difficile, lo so. Studiate e riderete dopo, in differita, tanto se non mi censurano il blog, questo post rimane qua.

Come massacrare una stupida faraona e godere del nostro lavoro.


Oggi giochiamo a devastare una faraona, okay? 

Qualcosa mi dice che mamma sta cercando di ucciderci.


Con una preparazione che per accuratezza nonché raffinatezza possiamo paragonare (senza timore di esagerare) ai piatti di un Massimo Bottura, ci troviamo (nostro malgrado) difronte ad un'opera culinaria sicuramente postmoderna.

Una colica chiamata cena.


La prima regola di un food blog è che i piatti presentati al nostro pubblico non devono sembrare usciti dal nostro corpo. Anzi, il contrario: dovrebbero invogliare a farli entrare nel nostro corpo, cioè mangiandoli.

Il mio picco glicemico fa paura: merito di questa torta supergolosa!


Spesso mi trasformo in quelle madonnine di alcuni luoghi del sud Italia, e comincio a sanguinare dagli occhi. Specialmente se apro questa foto senza prima prepararmi all'impatto. 

venerdì 16 maggio 2014

Una piadina distante: sei fredda dentro, bambina.


Cari lettori frettolosi e care lettrici part time, ecco il pranzo più veloce che ci sia: dimenticate i fornelli e qualunque fondamento di cucina, perchè oggi ci faremo una gustosa piadina esattamente in 75 secondi netti. Siete pronti?

Maligno, esci da questo corpo!


Questo è il contenuto di un sacchetto per il vomito svuotato in un piatto. Ma questa volta, la cosa che mi fa divertire come un macaco non è la presentazione del piatto (presentazione? Piatto?), bensì il nome della ricetta, che vi svelerò tra poco.

Mamma ha fatto di nuovo il risotto, scappiamo di casa, presto!


Il mondo finirà, e sarà colpa dei foodblogger. Aprite grande questa foto (lo so, fa male, ma dovete farlo, vi supplico, vi farà male per i primi secondi, ma poi il vostro cervello si abituerà e sentirete solo un leggero fastidio), dunque aprite grande questa foto e guardatela insieme a me.

Levate quel cellulare ai blogger ubriachi!


E' una foto sfocata, amore. E' inutile che facciamo un discorso sulla necessità di chiamare "straccetti" dei semplici bocconcini di pollo, nè sul tasso di umidità di quelle verdure o sull'impiattamento non proprio felice. E' una foto sfocata, a tratti sfocatissima, come hai fatto a non accorgertene prima di pubblicare una roba del genere?

Siete schiavi delle forme, solo schiavi delle forme.


Questa imponente golosità che troneggia nel piatto è una torta. Mi piace dirvelo subito e rovinarvi così la sorpresa di scoprirlo da soli. A volte mi sento cattivissimo.

Un coniglio, mezzo litro di panna e la ghigliottina da rispolverare.


Il coniglio è una bestiola di piccole dimensioni, è paragonabile ad un gatto, dunque perchè affogarlo in mezzo litro di panna, perchè?

giovedì 15 maggio 2014

Vieni a maltrattare la mia zucchina!


Vi ricordo che cliccando sulle foto potrete visualizzarle grandi. Che fortuna, vero?

Te lo dico col cuore: il bolo è più sexy.


Vabbè facciamo un gioco: non vi dico il nome del piatto, dovrete indovinarlo voi! Non vedete l'ora, vero? Ok, iniziamo...

Questo è l'antipasto che ti meriti!


Dopo mesi di ricerche, finalmente l'ho trovato! Era da tempo che sondavo il web alla ricerca di un piatto triste, e finalmente ci sono riuscito!

Una vera poltiglia, la riconosci subito.


Spesso, ammirando certi capolavori culinari come questo, mi viene voglia di sovvertire tutte le regole della scrittura di un post e urlare tutto il disprezzo che questi infelici "Cassulli" mi trasmettono.

Vorrei riempire una pagina con una sola frase, ripetuta all'infinito. Una cosa tipo: "E' una poltiglia è una poltiglia è una poltiglia è una poltiglia è una poltiglia...", scrivendolo a mano senza copia&incolla, proprio per espiare le colpe mie e di tutti i blogger.

E invece non lo faccio, perchè non ho abbastanza palle. E allora eccomi a dover recensire un altro piatto che sfiora le vette del bleah!, tanto per capirci.
Questi cosi che vedete in foto sono dei Cassulli alla crema (ma va? Non l'avrei mai detto, credevo fosse intonaco), alla crema di zucchine, zenzero e pecorino. Una robetta leggera, che ti farà muggire di felicità una volta che ti sarai alzato da tavola!



Mamma, il nonno ha di nuovo pisciato nel piatto!


Su, apriamo un qualsiasi cazzo di dizionario della lingua italiana e cerchiamo il termine "Vellutata". Cosa leggete? Io leggo "dalla consistenza cremosa". Cremosa, capito?

Un piatto molle e marrone: come far passare l'appetito per sempre.


Quando ero piccolo, avevo paura di tre cose: dei ragni, dei mostri sotto al letto e degli scialatielli semi integrali con pesce spada e carciofi.

Quando il condimento è già masticato, rimangiarlo è un piacere.


Tienimi la mano, ho paura di non farcela a scrivere questo post.

Scopri altri orrori

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...