lunedì 9 gennaio 2017

Torte di sabbia e illusioni ottico-culinarie: nuovi food trend del 2017.

La visione di questo dolce, nei soggetti sensibili, induce catalessi

Amici e amiche del food come life style, sciantose del blogging, tiratissime ma coi polpastrelli odorosi d’aglio, pasticcere e pasticciere che tanto è uguale, amiche nonchè amici col cervello solubile, apologeti dell’Ovomaltina, siete su Orrori da Mangiare, il blog che vi da una testata patinatissima.



Abbiamo attraversato quasi indenni:
 - il trend della torta senza uovafarinaburrolattelievitozucchero,
 - il trend del dolce melmoso in tazza pronto al microonde in poche frazioni di centesimi di secondo,
 - il trend del dolce-con-un-ingrediente-è-incredibbbile!!!!-sofficisssssimo!!
 - il trend dolce della nonna ciambellone-alto-46-foots-una-nuvola!!!111111!!1

Ora siamo in pieno trend del dolce-gluten-free-a-tutti-i-costi, ma non solo gluten free, anche LEGGERISSIMO, ricco di cereali, frutta secca e tenuto insieme dalla sola passione per la cucina.

(Poi un giorno diremo la nostra anche sulle foodblloggers psycho fitness che su Instagram postano solo foto di ciotole con semi e mangimi per ovini di vario genere. Ma non ora, non ora).

La nostra solerte e sorridente foodblogger pensa alla salute di chi la segue, propinando un dolce con farina di riso, amido di mais, orzo solubile, una ragguardevole vagonata di zucchero semolato, molto latte e quel cicinìn di scorza di limone che sta bene su tutto.

Dato che non siamo simili al buon Dio che raccolse un mucchietto di terra, vi alitò sopra e diede forma e vita al primo uomo, quest’opera ci appare brutalmente per quella che è: un insieme di pixel sabbiosi che stanno a debita distanza dal nucleo per effetto di una qualche carica negativa.
Una tempesta di sabbia formato dessert anzichè desert, ti da l'illusione di poterne avere una fetta, ma poi svanisce, lasciatoti in bocca l'amarezza del nulla.




Ci basta riflettere appena un attimo per svelare l’arcano, la nostra maga dei dolci ha generato una nuova corrente artistica: l'allontanismo.

Guarda quella nube di puntini marroni, allontanati dal computer, allontanati dalla stanza, allontanati dalla casa, allontanati dal quartiere, allontanati dalla città, lo vedi adesso?

Bene.

_chico


1 commento:

  1. Va beh ma sarà caduta dai... dal quindicesimo piano credo

    RispondiElimina

Scopri altri orrori

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...